Canon PIXMA MP620 e cartucce CLI521 e CLI520 compatibili

Dopo anni e anni di rincorse all’ultimo dpi, siamo finalmente giunti alla fine della guerra delle stampanti.

Ogni giorno, il dirigente del reparto stampanti di ogni grande multinazionale di elettronica si sveglia e pensa: come faccio a far fare soldi alla mia azienda su un prodotto che ha bassi costi di produzione, tutti già possiedono, è in grado di fare tutto ciò che è possibile immaginare e nessuno sente la necessità di sostituire?

Idea: aumentiamo il prezzo dei componenti che devono essere sostituiti periodicamente!

È così che il nostro caro dirigente decise una nuova strategia di marketing: il prezzo delle cartucce di inchiostro presenti in una stampante deve rispettare la formula: Prezzo Stampante * 80/100 .

Facile. Compro la stampante, stampo 200 pagine (a volte anche meno), l’inchiostro finisce, sostituisco le cartucce e spendo quanto per una stampante nuova.

Bloody Expensive Ink
Bloody Expensive Ink

L’immagine si riferisce all’inchiostro HP, ma si potrebbe applicare al 99% dei produttori.

Nel caso di Canon, ad esempio, ci sono delle fantastiche cartucce CLI521 / CLI520 dotate di chip che contengono ben 12ml di inchiostro ciascuna e messe assieme costano più di 60€.

Lo scopo di questo post è di avvisare tutti colori che posseggono queste cartucce: non gettatele una volta esaurite!

Il chip può essere facilmente estratto con un taglierino, è sufficiente tagliare due tappini di plastica che tengono il chip incastrato nella cavità della cartuccia.

Una volta estratto, il chip si può appiccicare con del nastro biadesivo alle cartucce compatibili – io ho comprato le ORINK – et voilà! Il gioco è fatto.

Le cartucce compatibili hanno due sporgenze di plastica sulle quali incastrare il chip. Per sicurezza tuttavia è meglio apporre del nastro biadesivo sulla parte posteriore del chip, per assicurarsi che non vada perso.

Non è richiesta l’uso di alcun saldatore o attrezzo speciale, l’operazione è veramente alla portata di tutti.

Sconsiglio vivamente di usare i kit di ricarica dell’inchiostro per queste cartucce in quanto l’operazione è molto più complicata di quanto potrebbe sembrare e il risultato – almeno nel mio caso – è stato un mare d’inchiostro e zero pagine stampante.

Una volta eseguita la sostituzione delle cartucce con quelle compatibili “chippate”, la stampante vi avviserà che non è in grado di riconoscere il livello di inchiostro nelle nuove cartucce: il chip infatti si ricorda che la cartuccia vecchia era scarica e “non capisce” come sia possibile che ora sia nuovamente piena.

ERROR U130: The remaining ink level cannot be correctly detected. Replace the ink tank and close the Scanning Unit (Printer Cover). Printing with an ink tank that was once empty may damage the machine.

Per convincere la stampante ad accettare la nuova cartuccia, dovete semplicemente premere il tasto “Stop/Reset” (rosso, sulla destra) per 5 secondi senza interruzione.

Ripetere l’operazione per ogni cartuccia.

Buona stampa!

Share

Leave a Reply