Scorta di muzik per auto

Verso novembre mentre ero a Sarzana all’improvviso si interrompe la riproduzione dei CD dal cdchanger montato nel bagagliaio. Si trattava di un cdchanger della Kenwood, collegato alla autoradio Ford tramite una interfaccia di conversione (un paio di condensatori, due resistenze e un PIC, per la modica cifra di 60 euro, sigh).

Ripiego con una bella scarrellata in FM e scopro che in fondo il panorama delle radio è sempre lo stesso.

Da parecchio tempo ascolto assiduamente Radio 105. Ultimamente il Gabo, del quale bloggherò qualcosa prima o poi, mi ha fatto conoscere la mitica Radio Italia Network (RIN)

A parte questo, sulle altre frequenze, si sentono sempre le solite cose e anche con il DAB pare che le cose non cambieranno. Che sadness.

Per fortuna esiste SomaFM.

Dato che il segnale di RIN si perde da qualche parte durante il tragitto da casa mia alla stazione e dato che la pubblicità martellante fa passare la voglia di ascoltare qualsiasi cosa, mi metto subito alla ricerca di un rimpiazzo per il mio fido cdchanger.

Giro per i negozi di autoradio di La Spezia e valuto varie ipotesi:

– cambiare cdchanger
– sostituire l’autoradio di serie della Ford con un’altra che legga gli mp3
– comprare un cdchanger che legga gli mp3

Scopo della missione: avere una autonomia musicale sufficiente a affrontare i miei viaggi quotidiani.

Entro in un negozio/officina e chiedo informazioni sulle caratteristiche di alcune autoradio Alpine. Succede l’imprevedibile. Il negoziante effettua una lettura della mia mente degna di Ghost in the shell e trova l’argomento più adatto per convincermi a spendere quasi 800euro per un’autoradio:

Negoziante: – Vede, tanto per intenderci, la differenza tra questo modello dell’Alpine che usa un segnale digitale per comunicare con il cdchanger e quest’altro modello che invece utilizza un segnale analogico è la stessa che ci potrebbe essere tra Linux e Windows!
NERvOus: – ?!

Ghost In The Shell

Rimango shockato dalle sue parole, mi viene in mente la scena di Men In Black in cui Will Smith spara alla piccola Cathy perchè “cosa ci fa una bambina di 7 anni con dei libri di fisica quantistica sotto braccio, in giro nel cuore della notte per i quartieri malfamati della città?”

Chissà questo negoziante cosa nasconde… chissà … magari se cercassi nei sorgenti del kernel potrei trovare il suo nome da qualche parte.

Un po’ per lo shock ricevuto (dal prezzo, gh) un po’ per la fretta, torno a casa…

Comincio a cercare su Internet qualche prezzo e vedo che in fondo in fondo, i prezzi delle autoradio “campionati” in città non si discostavano poi molto da quelli di Mr Price.

Autoradio su Ford Focus

Mentre googlo, mi capita di finire su questo
sito
la foto di un autoradio non originale montata su una ford focus. Il risultato non mi soddisfa. Abbandono l’idea di montare un’altra autoradio e cerco piuttosto un rimpiazzo per il cdchanger.

Ricomincio a googlare e finisco sul sito di Bortesi dove trovo
cdchanger della Kenwood modello KDC719MP: ha 10 slot, legge
il formato MP3 e costa appena 190 euro IVA e spese di spedizione incluse..

Non avendo voglia di installarmelo da solo, faccio un giro di telefonate ai negozi di La Spezia e mi informo sul prezzo: tutti mi rispondono con cifre che vanno dai 350 euro ai 400!! Assurdo! Senza contare che dovevo aggiungerci anche il costo per sostituire l’interfaccia, in quanto l’attuale non era più adatta.

Chiedo a Bortesi un preventivo per KDC719MP+interfaccia nuova e… sorpresa: mi spiega che è possibile aggiornare l’interfaccia semplicemente sostituendo il PIC e si offre di spedirmi il PIC nuovo gratuitamente.

Accetto e in appena 2 giorni mi vedo recapitare il pacco.

Con l’aiuto di DAVIDE3 provo a smontare l’autoradio Ford, ma l’impresa si rivela troppo ardua. C’è bisogno delle chiavi originali per sganciare l’autoradio dal suo alloggiamento. Vado alla concessionaria Ford e in due minuti estraggono la mia autoradio.

L’accesso ai brani non è molto agevole, per dirla tutta. I file vengono visti come se fossero tutti nella solita directory e si può accedere ad essi solo sequenzialmente. Inoltre posso accedere direttamente solo i primi 6 CD; dal 6^ in poi, i CD vengono selezionati sequenzialmente.

Tutto sommato però sono parecchio soddisfatto del risultato.. con appena 190 euro ora posso ascoltare fino a 700MB*10 = ~7GB di mp3 di fila mentre guido :)

posted at 19:47:00 on 02/06/04 by nervous – Category: General – Letto 8 volte.

Share

Leave a Reply