Hikikomori

Oggi parlando con mauro_png e TigerClaw ho scoperto l’esistenza di una sindrome, particolarmente diffusa in jap, che ha sollevato un grande interesse da parte mia. Vi riporto alcune informazioni trovate su un sito web:

Gli hikikomori, barricati nelle loro stanze, terrorizzati dalla possibile vita che li aspetta [quella dei genitori], ammazzano il tempo, è il caso di dirlo, con la tv, la musica, i videogiochi e Internet. Per approfondire quest’aspetto, solo citato nell’articolo di Cerami, mi sono rivolta io stessa ad Internet. La maggior parte dei siti sull’argomento sono in giapponese, per il resto se ne parla poco, ma in effetti grazie a qualche pagina in inglese ho scoperto che questo esilio volontario è inscindibilmente connesso alla fruizione delle nuove tecnologie: oltre alla condizione di autismo, dunque, è fondamentale l’high-techismo per questi ragazzi, che vivono una sorta di alienazione tecnologica.

Non e’ fantastico?

Share

Leave a Reply